Progetti di Servizio Civile Nazionale

Il Consorzio Interland promuove progetti di Servizio Civile Nazionale, tra cui alcuni inerenti Orti di Massimiliano. Di seguito, suddivisi per annualità, i progetti che vedono ed hanno visto coinvolti i volontari sul tema della cura della terra.

Progetto “Trieste… coltivare l’umanità” 2016 – 2017

La finalità del progetto è la promozione del benessere e della salute del bambino che, una volta cresciuto, sarà in grado di riconoscere ciò che di “salutare” ha ricevuto e ciò gli permetterà di relazionarsi bene con l’ambiente e con gli altri, oltre che con se stesso. Allo stesso modo si intende raggiungere le famiglie dei bambini e la comunità locale, proponendo percorsi di aggregazione sociale sulle tematiche della salute alimentare e della cura della terra. Il progetto è diviso pertanto in sezioni parallele che in alcuni interventi si incontrano e il risultato atteso è la crescita di consapevolezza sulla responsabilità che ognuno di noi ha nell’assumere comportamenti e stili di vita improntati sulla reciprocità e il rispetto di se stessi, delle persone e dell’ambiente che ci circonda.

I volontari di Servizio Civile Nazionale del progetto “Trieste…coltivare l’umanità” sono parte attiva nel progetto omonimo “Coltivare l’umanità”.

“Coltivare l’umanità”

“Coltivare l’umanità” è un progetto che si rivolge ai bambini dai 0 ai 6 anni e alle loro famiglie, per promuovere percorsi di consapevolezza alimentare e di sviluppo motorio, affettivo e cognitivo tra loro in continua relazione ed evoluzione.

Il progetto collega tra loro l’ambiente (ambiente fisico, famigliare, educativo), la terra come terreno fertile in cui germogliano i semi, la salute fisica e psichica intese come lo star bene con se stessi, le altre persone e l’ambiente e il gioco psicomotorio per favorire l’integrazione, la valorizzazione delle differenze personali e la gestione delle proprie emozioni.

Il progetto mira a sviluppare una serie di attività legate allo sviluppo dell’agricoltura sociale e di una nuova cultura della cura del territorio, nel rispetto dell’ambiente e nell’attenzione sull’uso delle risorse naturali, soprattutto attraverso la consapevolezza nelle famiglie riguardo le proprietà del cibo che arriva sulla nostra tavola ed in generale sui comportamenti e stili di vita per favorire un’alimentazione sana ed equilibrata.

Il Consorzio Interland e L’ARCA Consorzio servizi per l’infanzia , in collaborazione con la Cooperativa sociale Querciambiente, la Cooperativa Sociale Agricola Viviana e i volontari di Servizio Civile Nazionale e con il contributo di Marinaz Agraria e Giardinaggio (Muggia), stanno realizzando presso gli asili L’Arca (Muggia) e I Cuccioli di Leone (Trieste), le seguenti attività:

  • Laboratori ludici con la tecnica della psicomotricità secondo un indirizzo ecologico;
  • Recuperi di piccoli appezzamenti di terra abbandonati,  da trasformare in orto con la partecipazione di famigliari, amici e cittadini, sviluppando relazioni sociali attraverso la cura della terra;
  • Campagne informative di eventi e di seminari di formazione sulla qualità e sulle proprietà degli alimenti.

I soggetti promotori del progetto Coltivare l’umanità sono:

In collaborazione con:

Progetto “Trieste… la terra ci insegna” 2015 – 2016

Il progetto “Trieste… la terra ci insegna” aveva lo scopo di promuovere una nuova cultura del rapporto tra i cittadini e la terra, tra il contesto urbano e il contesto rurale, sviluppando la conoscenza sulle tematiche relative allo sviluppo agricolo locale e i temi del consumo sostenibile e della socialità, attraverso il recupero delle tradizioni e produzioni tipiche locali.

Il progetto ha visto impiegate un gruppo di quattro volontarie che con passione e spirito di cooperazione e d’iniziativa hanno collaborato alla realizzazione di attività ed eventi inerenti la cura della terra e del territorio, la sostenibilità ambientale ed alimentare, la condivisione e l’inclusione sociale.

In sintesi, hanno collaborato alle seguenti iniziative di sensibilizzazione e formative di Orti di Massimiliano:

È stato un anno ricco di esperienze lavorative, formative e personali. Mi ha permesso di acquisire competenze preziose per la mia vita professionale ma soprattutto una grande capacità di lavorare in gruppo e una determinazione spiccata nell’organizzare e concludere un progetto in maniera puntuale. Quell’anno è stato unico grazie a delle persone speciali che mi hanno accompagnato in questo percorso. – Chiara Bortolot, volontaria di Servizio Civile Nazionale

È stato un percorso ricco di tantissime attività ed iniziative in cui ho potuto sperimentare ed accrescere me stessa sia in termini di conoscenze ed esperienze che a livello umano, grazie all’energia di persone motivate e disponibili alla cooperazione. – Nicoletta Tomasi, volontaria di Servizio Civile Nazionale

Sono stato veramente fortunato a collaborare con le volontarie del progetto di Servizio Civile Nazionale 2015 – 2016. – Paolo Righini, Operatore Locale di Progetto (OLP)